COVID-19 E VIVAISMO – FRANCESCO MATI: RADDOPPIARE SUBITO IL BONUS VERDE

Covid-e-Vivaismo

COVID-19 E VIVAISMO – FRANCESCO MATI: RADDOPPIARE SUBITO IL BONUS VERDE

Covid-19 e vivaismo – Francesco Mati: elevare il bonus verde per rilanciare il mercato interno e promuovere la sostenibilità nel verde privato.

In qualità di Presidente del Distretto Vivaistico Ornamentale di Pistoia Francesco Mati prende la parola e in molte delle interviste rilasciate parla dell’emergenza che il settore del florovivaismo sta vivendo in conseguenza della grave situazione sanitaria legata alla diffusione del virus Covid-19. Restrizioni e divieti, con questo da alcune settimane aziende e lavoratori devono fare i conti, ma la salute collettiva è e deve essere per tutti la priorità assoluta. Certo è che si possono sospendere attività sportive, didattica e insegnamento, interrompere produzioni industriali, ma non possiamo far cessare l’attività quotidiana del settore del verde ornamentale: le piante sono esseri viventi e in quanto tali richiedono cure continue. Il settore si vede costretto a vivere un’emergenza nel momento dell’anno economicamente più importante: da marzo si spediscono ordini, si realizzano giardini e si monetizza il lavoro dei mesi invernali.

Ecco quindi la necessità di adottare nell’immediato misure ad hoc da parte delle Istituzioni che consentano di sopperire alla mancanza di domanda privata dando alle aziende quella liquidità necessaria per la prosecuzione dell’attività lavorativa e il pagamento degli stipendi. 

Purtroppo l’emergenza Covid-19 non avrà solo ripercussioni nel breve periodo ed ecco quindi che il Decreto CuraItalia non basta; occorre fare di più per evitare che le aziende in difficoltà chiudano e che i lavoratori siano licenziati. “Il settore chiede al Governo una politica di promozione del prodotto vivaistico Made in Italy, così da tutelarlo nei mercati mondiali come già fatto per molti altri prodotti alimentari e soprattutto uno stimolo concreto per il settore attraverso la promozione di un Bonus Verde che sappia sempre più di vero incentivo fiscale per la realizzazione di giardini e spazi verdi. Chiediamo di portare la soglia di detraibilità attuale dal 36% al 75% con aumento dei massimali a 20.000€, ma la speranza è che si arrivi ad un bonus del 100% come proposto per il settore edile nell’ottica anche di una promozione concreta della sostenibilità ambientale. Non si può pensare di rilanciare l’economia solo facendo strade e ponti. Questa vicenda ci insegna che dobbiamo tornare a mettere al centro la Natura”. 

Queste le parole legate al verde privato di Francesco Mati, che crede fortemente nelle capacità di un settore che da 170 anni traina l’economia della città e al quale adesso viene richiesto di fare un grande sforzo per vincere questa battaglia.

Leggi qui le interviste:

Pistoia Sette

Prima Pistoia

Il Floricoltore

MATI 1909
info@piantemati.it